Marco Marinoni's web page

Subtitle

Comporre per gli iperstrumenti (2010) - 156 p., 15 x 23 cm, 2a edizione 5/2010, b/n.

Il sistema-iperstrumento come agente intermediatore tra l'esecutore strumentale e i processi di trasformazione / generazione del suono.

AVAILABLE HERE!

 

Un appassionante viaggio nel fenomeno degli "iperstrumenti", a partire dalla loro origine e diffusione, attraverso una disamina circa il loro utilizzo in campo musicale ed extramusicale. La finalità è quella di giungere  a proporre una definizione efficace, esaustiva e condivisa del termine "iperstrumento", integrando gli studi e i risultati ottenuti da Tod Machover e dal gruppo MIT Media Lab del Massachusetts Institute of Technology con i materiali prodotti dai ricercatori del Computer ART Lab di Pisa e dell'InfoMusLab di Genova.

Ma "Comporre per gli iperstrumenti" è anche una riflessione intorno al ruolo, alle responsabilità e alle opportunità che interessano il compositore che decide di misurarsi con una delle più sorprendenti e innovative tipologie di interazione tra uomo e macchina.

A questo proposito vengono presentati, quale esemplificazione del lavoro compositivo che può portare alla valorizzazione delle possibilità offerte da questa particolare tecnologia, due esempi di iperstrumenti sviluppati recentemente in Italia e utilizzati all’interno di due mie composizioni: Dalla Sua Orbita (2007) per iperviolino e live electronics (Primo Premio Assoluto nel Primo Concorso Internazionale di Composizione per Iperviolino – Genova 2007) e Il grifo nelle perle nere (2008) per pianoforte e ipercampionatore (presentato nell’ambito del XVII CIM – Colloquio di Informatica Musicale – Venezia 2008).

 

Members Area